La terra di Leonardo

Forse ancora più popolare del nome “Toscana” è quello di “Vinci”, il piccolo paese nella provincia di Firenze che ha dato i natali al “genio” per antonomasia: Leonardo da Vinci.

Qui il tempo sembra davvero essersi fermato e tutti gli scorci sono vedute da cartolina che si aprono sui terrazzamenti delle dolci colline del Montalbano, area di grande tradizione agroalimentare, famosa per gli ottimi vili e per l’olio, pregiatissimo.

L’uomo lavora queste terre da secoli, come si può intuire dalle caratteristiche terrazze realizzate con muretti a secco. A stretto rapporto con la natura, crebbe sicuramente Leonardo, originalissimo artista, costruttore, scrittore, scienziato ante litteram, che riportò il fascino delle sue terre nei celeberrimi dipinti, protagonisti indiscussi di tutti i maggiori musei del mondo.

Vinci è raggiungibile da Empoli (dista appena 10 km) per chi arriva da Firenze oppure dalla strada panoramica che la collega a Lamporecchio (per chi viene da Pistoia), dove è obbligo fare almeno una breve tappa per gustare i famosi “brigidini”, dolci tipici dall’inconfondibile sapore di anice.

Percorrere queste strade tutte di pendii e vigneti è una gioia per gli occhi, soprattutto per chi ama viaggiare in moto o in bicicletta.

Arrivati a Vinci sono fondamentali le visite al Museo Leonardiano e al Castello dei Conti Guidi, nei quali si possono vedere modelli a dimensioni reali delle macchine progettate da Leonardo e la casa natale di Leonardo, che si trova a breve distanza dal borgo, ad Anchiano.

Chi volesse trattenersi per una visita ai luoghi di produzione vitivinicola, potrà visitare alcune ville in cui sono previste anche assaggi di specialità del luogo.