Nel cuore della Maremma Pisana, in una delle zona tra le più ricche di storia e di attrazioni della Toscana, sorge Volterra, la città dell’alabastro.

Storia

Di antichissime origini etrusche (fu una delle principali città-stato di questa misteriosa popolazione), conserva ancora oggi numerose testimonianze e strutture relative a quel periodo di grande sviluppo.

La città visse poi in epoca medievale e moderna tutte le alterne vicende legate alle lotte per il controllo dei territori e fu sottomessa a Firenze in epoca medicea.

Cosa vedere?

Si possono ammirare i reperti storici lasciati dal periodo etrusco fino alle costruzioni datate all’Ottocento, visitando i musei (il Museo Etrusco, la Pinacoteca Civica, dove si può vedere la Deposizione di Rosso Fiorentino, il Museo d’Arte Sacra, l’Ecomuseo dell’Alabastro) ma anche solo passeggiando per le vie del centro storico,

Immersi nella natura, lontano dalle zone industrializzate, a Volterra si respira ancora l’aria di un paese a misura d’uomo in cui l’artigianato è vivo e forte, famoso soprattutto per la lavorazione dell’alabastro.

All’interno delle mura si possono ammirare il Palazzo dei Priori, la Cattedrale di Santa Maria, Piazza San Giovanni e le imponenti torri.
Volterra offre numerosissimi scorci da fotografare nel paese e resta nel cuore dei visitatori anche per le colline che la circondano.

Curiosità di Volterra

Volterra è una città che da sempre attrae gli artisti: oltre ai numerosi film e alle serie tv che vi sono stati girati, è stata d’ispirazione anche per scrittori del calibro di D’Annunzio (Forse che sì, forse che no) e Cassola (La ragazza di Bube).
Gli amanti del teatro potranno godere del famoso festival VolterraTeatro, che offre agli spettatori performance di artisti di eccezionale levatura.

Turismo

Molti tour turistici fanno sosta a Volterra che si trova a 75 km da Firenze, 70 km da Pisa e Livorno, a 55km da Siena e 40 km dalla Costa degli Etruschi.

 

 

Link utili

Comune di Volterra