-Firenze da Piazzale Michelangelo

un modo classico ma sempre efficace per fotografare le città è trovare una postazione per scattare dall’alto, il miglior posto in Toscana è senza dubbio Piazzale Michelangelo a Firenze, dal quale si ha una vista spettacolare della città e allo stesso tempo anche un ampio spazio dove potrete prendervi il tempo per cercare lo scatto perfetto.

-Val d’Orcia

Il “boschetto dei cipressi” e la “Cappella di Vitaleta” entrambi vicino a San Quirico d’Orcia sono le due cartoline che più rappresentano nel mondo la campagna Toscana e non importa essere fotografi professionisti per portare a casa scatti bellissimi.

-San Galgano

L’abbazia si trova in zona Monticiano (SI), e merita di essere fotografata sia all’esterno che all’interno. A poche centinaia di metri, raggiungibile a piedi attraverso un sentiero sterrato, si trova la rotonda di Montesiepi con la “Spada nella roccia”.

-La vasca di Bagno Vignoni

Al centro di questo piccolo ma bellissimo borgo c’è una vasca (grande quanto la piazza) con che raccoglie l’acqua termale. Suggestiva da fotografare sia di giorno che di notte, con il vapore prodotto dall’acqua calda che sfuma le luci della sera.

San Gimignano

Il paese e le sue 13 torri (in origine erano 72) possono esser immortalati sia da fuori che da dentro le mura.  Da fotografare non c’è solo la città ma anche le sue belle piazze, chiese e le vedute sulla campagana, semplicemente indimenticabili.

—————————————————————————————————-

-Consigli su cosa fotografare in base al periodo dell’anno:

Maggio, il grano verde

Giugno, il grano dorato

Luglio, i girasoli sono nel punto di massima bellezza

Agosto, le rotoballe

Settembre, uva matura,

Ottobre, i colori autunno.